Questo sito utilizza solo cookie tecnici necessari per la fruizione dei contenuti. Per maggiori informazioni leggi l'informativa sul trattamento dei dati personali.

Privacy Policy
Governo italiano
Seguici su
Cerca

 atc 600x200

Corso specializzazione TLC

Aperto il bando 2023/2024.

La Direzione TCSI-ISCTI è stata istituita nel 2019 (DPCM 93/2019) costituendo l’Area Tecnica delle Comunicazioni del Ministero. La struttura svolge attività relative alla gestione dello spettro radio elettrico con coordinamento nazionale e internazionale, ricerca e formazione scientifica nel settore delle comunicazioni elettroniche e delle tecnologie dell'informazione, individuazione delle risorse di numerazione per i servizi di comunicazione elettronica ad uso pubblico e sicurezza informatica.

La Direzione è Autorità di sorveglianza del mercato delle apparecchiature radio, Autorità di settore NIS (Network and Information Security) per le infrastrutture digitali e i servizi digitali, Autorità competente per l’istruttoria finalizzata all’individuazione dei soggetti del Perimetro di sicurezza cibernetica nazionale nei settori di competenza di cui all’articolo 3 del DPCM n. 131/2020.

La Direzione esprime altresì pareri tecnici sulle notifiche di cui all’art. 1-bis e art. 2 del decreto-legge n. 21/2012 ai fini dell’esercizio del potere di veto del Governo (Golden Power).

Nell’ambito della misura Investimenti in Partenariati - Horizon Europe - del PNRR attribuita al Mise, la Direzione si occupa della programmazione delle relative attività.

Nella struttura operano:

  • il Centro Nazionale Controllo Emissioni Radioelettriche (CNCER) che ha tra i principali compiti istituzionali la vigilanza, il monitoraggio ed il controllo delle frequenze radio con la finalità di verificare il corretto utilizzo dello spettro radio nel rispetto dei regolamenti nazionali ed internazionali;
  • il Centro di calcolo utilizzato per la pianificazione e per il coordinamento delle frequenze che verifica con strumenti informatici il rispetto dei vincoli tecnici, contenuti in accordi e regolamentazione nazionale e internazionale;
  • la Sala Nautica in cui attrezzature ed apparati, opportunamente modificati, permettono di simulare fedelmente ed operativamente la generazione di tutte le tipologie di comunicazioni tra navi, tra navi e terra e verso il sistema satellitare, per lo svolgimento di prove pratiche ed altre attività, dei programmi d’esame per il rilascio dei certificati di operatore radio marittimo GMDSS;
  • Numerosi laboratori che effettuano nei diversi ambiti delle telecomunicazioni, attività di ricerca, anche in collaborazione con università e centri di ricerca. Il laboratorio QoS (Quality of Service) che opera nell'ambito della qualità dei servizi multimediali, accessibilità e usabilità dei servizi informatici;
  • La Scuola Superiore di Specializzazione in Telecomunicazioni che eroga annualmente un Corso post-laurea per la specializzazione tecnica nel settore ICT.

 

Maggiori informazioni

Vai al sito tematico dell'Area Tecnica Comunicazioni

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina